Affinchè Praesidium (intermediario di banca illimity) proceda con l’analisi documentale per la cessione del credito, bisogna compilare solo l’inizio lavori di ogni progetto?

No, bisogna caricare tutti i documenti, sia di inizio che di fine lavori. Solo quando sarà tutto completato, Praesidium prenderà in carico la pratica ed inizierà con l’analisi per la cessione del credito alla banca Illimity. Qualsiasi richiesta può essere fatta per mezzo della bacheca presente in ogni progetto oppure aprendo un ticket o scrivendo una mail a [email protected].

Le spese di gestione pratica per la cessione del credito sono agevolabili?

Le spese ammesse al beneficio fiscale sono quelle relative alle prestazioni professionali dell’installatore che effettua il lavoro e alle spese sostenute per acquisire la certificazione energetica richiesta (portale ENEA, relazione ex legge 10 eventuale, ecc.), invece le spese di gestione pratica strumentali alla gestione del credito fiscale non rientrano tra i costi agevolabili. Pertanto il recupero di tali oneri può avvenire unicamente addebitandolo al cliente.

Se nel mese ho caricato pratiche per un valore di credito di 7.000€, dovrò attendere il raggiungimento di 10.000€ per ricevere il pagamento della banca Illimity?

Sì, a partire da Giugno 2021 la banca acquisirà i crediti maturati solo al superamento della soglia dei 10.000€. Qualora tale importo non venisse raggiunto nel mese, lo stesso contribuirà ai crediti maturati nel mese successivo, sino alla concorrenza minima di 10.000 €.

Come avviene tecnicamente il passaggio del credito fiscale dal beneficiario all’impresa e dall’impresa alla banca applicando lo sconto in fattura? Il cliente finale per poter cedere il credito deve essere in possesso di credenziali dell’agenzia delle entrate?

Tecnicamente mediante la comunicazione dell’opzione dello sconto in fattura all’agenzia delle entrate avviene la maturazione del credito di imposta direttamente nel cassetto fiscale dell’impresa. A questo punto, l’intermediario o chi per esso, procederà al trasferimento del credito dal cassetto fiscale dell’impresa a quello della banca. Per l’accesso al cassetto fiscale dell’impresa, è sufficiente attenersi pedissequamente alla procedura definita. Ad ogni modo, il cliente finale non deve fornire le credenziali in quanto il cassetto fiscale sul quale è necessario operare è quello dell’impresa e non quello del beneficiario.
Nel caso di cessione del credito ad illimity bank, per l’accesso al cassetto fiscale dell’impresa è sufficiente attenersi pedissequamente alla procedura definita.

È necessario verificare la capienza fiscale del cliente finale? Viene verificata automaticamente quando si compila il modulo per effettuare la cessione del credito?

No, applicando lo sconto in fattura non è necessario verificare la capienza fiscale del beneficiario poiché questa modalità non prevede un rimborso diretto delle spese sostenute, condizione per la quale il limite massimo annuale detraibile sarebbe determinato dalla capienza IRPEF. Tuttavia la condizione necessaria è che il beneficiario sia titolare di un reddito. Si precisa che anche coloro privi di reddito ma proprietari dell’immobile, in quanto titolari del reddito fondiario derivante dall’immobile, possono usufruire dello sconto in fattura.

I SERVIZI DEI NOSTRI PARTNER:

Leader nella climatizzazione

Produttore di pannelli solari
tedeschi alta efficienza

 

Produttore di moduli e inverter
per efficienza energetica

Distribuzione specializzata fotovoltaico

Verifica documentale,
Verifica di cantiere

Asseverazione fiscale,
Controlling di gestione

Asseverazione fiscale,
Finanza, Consulenza

Asseverazione fiscale,
Consulenza