A quale bonus posso accedere?

Clicca qui per capire a quale bonus puoi accedere: Ecobonus o Bonus Casa (Scarica il pdf)

(nella guida dell’agenzia delle entrate potrete trovare il dettaglio per verificare requisiti e criteri)

Quali diciture deve avere la fattura di acconto per poter usufruire dello sconto in fattura?

Nel portale, nella sezione Documenti dei progetti condivisi con Praesidium, è disponibile un Fac-simile della fattura di acconto e della fattura di saldo. La fattura di acconto non rientra tra i benefici agevolabili, quindi la quota anticipata dal committente può essere relativa solo a quella che viene pagata con bonifico parlante. Le diciture in fattura restano le medesime, ciò che cambia è la modalità di pagamento: bonifico anticipato per la parte non agevolata e pagamento con sconto in fattura per il resto.

Vorrei fare più fatture di acconto è possibile?

Sì, è possibile. Si può dividere l’importo della fattura di acconto in più fatture, con relativi bonifici

Basta poi fare una fattura di saldo alla fine in cui si applica lo sconto; per quest’ultima fattura di saldo, il netto da pagare sarà chiaramente uguale a zero.

Esempio: Il totale dei lavori è 10.000 €, con detrazione al 50%: 5.000 € da far pagare al cliente e 5.000 € da scontare.
É possibile fare come segue:
1) Fattura di acconto da 2.500 €;
2) Altra fattura di acconto da 2.500 €;
3) Fattura di saldo da 5.000 € (pari allo sconto quindi netto a pagare 0 €).

Nel portale, nella sezione Documenti dei progetti condivisi con Praesidium, è disponibile un Fac-simile della fattura di acconto e della fattura di saldo.

L’assistenza di Leader110 fornisce anche assistenza tecnica per i progetti?

No, la nostra assistenza fornisce supporto per l’utilizzo della piattaforma, gestisce le comunicazioni tra i professionisti e offre assistenza tecnica sulle procedure o sugli altri strumenti forniti dalla piattaforma.

La nuova installazione di un impianto fotovoltaico e colonnina di ricarica in quale agevolazione rientra?

La “nuova” installazione di un impianto fotovoltaico e di una colonnina di ricarica rientra tra gli interventi di manutenzione straordinaria per i quali si può usufruire del Bonus Casa, ovvero detrazione del 50% (indicata nell’art. 16-bis del Tuir, comma 1, lettera b) del D.P.R. n.917/1986).

Vivo in un appartamento all’interno di un condominio con impianto centralizzato di riscaldamento. Vorrei installare una pompa di calore all’interno della mia abitazione, è un’operazione agevolabile? Se sì, in quale bonus rientra?

Sì, installare un impianto a pompa di calore nel proprio appartamento risulta un’operazione agevolabile. Questo caso rientra nella detrazione al 50% del Bonus Casa.

Ho intenzione di riqualificare energeticamente l’impianto termico del mio appartamento, che attualmente è costituito da un’unica caldaia. Pensavo di fare in modo che la caldaia riscaldasse parte dell’immobile e che l’altra parte venisse riscaldata da un sistema di pompe di calore ad alta efficienza. L’intervento così concepito può essere ritenuto agevolabile con l’Ecobonus?

Sono ammessi gli interventi di sostituzione integrale o parziale di impianti termici con impianti dotati di caldaie a condensazione e/o pompe di calore ad alta efficienza.
Se l’intervento assicura:
1) Un risparmio di energia (dimostrato da una relazione asseverata da parte di un tecnico abilitato) almeno pari a quello che si avrebbe con la sostituzione della caldaia esistente con una a condensazione
2) Che le pompe di calore posseggano i requisiti tecnici indispensabili per usufruire delle detrazioni
Allora l’intervento descritto è agevolabile con l’Ecobonus al 65%.

Cosa si intende per certificazione del produttore? Devo allegare sia la Certificazione del produttore che l’asseverazione tecnica?

Basta allegare uno dei due documenti. Per caldaie a condensazione <100Kw, pompe di calore <15 KW o sistemi di Building Automation, la certificazione del produttore sostituisce l’asseverazione del tecnico abilitato ed è scaricabile dal sito del produttore.

Un cliente vuole pagare la parte non agevolata della fattura utilizzando contributi regionali: è possibile?

Sì, è possibile, è comunque necessario verificare nella delibera regionale che il contributo possa essere utilizzato per interventi che prevedono un’agevolazione.

Un cliente vuole pagare la parte non agevolata della fattura con un finanziamento: è possibile?

Sì.

I SERVIZI DEI NOSTRI PARTNER:

Leader nella climatizzazione

Produttore di pannelli solari
tedeschi alta efficienza

 

Produttore di moduli e inverter
per efficienza energetica

Distribuzione specializzata fotovoltaico

Verifica documentale,
Verifica di cantiere

Asseverazione fiscale,
Controlling di gestione

Asseverazione fiscale,
Finanza, Consulenza

Asseverazione fiscale,
Consulenza