La detrazione spetta anche al familiare del possessore o detentore dell’immobile sul quale vengono effettuati i lavori, purché sia convivente, sostenga le spese ed abbia un reddito. È stato precisato che per “familiari”, s’intendono, a norma dell’articolo 5, comma 5, del TUIR, il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado. I requisiti per fruire della detrazione quindi in questo caso sono: il titolo che attesta la disponibilità dell’immobile e la convivenza che deve sussistere fin dal momento in cui iniziano i lavori. Quindi i documenti aggiuntivi che saranno richiesti sono lo stato di famiglia e una dichiarazione sostitutiva di atto notorio in cui si dichiari la convivenza e la presenza di un reddito.

Condividi:

I SERVIZI DEI NOSTRI PARTNER:

Leader nella climatizzazione

Produttore di pannelli solari
tedeschi alta efficienza

 

Produttore di moduli e inverter
per efficienza energetica

Distribuzione specializzata fotovoltaico

Verifica documentale,
Verifica di cantiere

Asseverazione fiscale,
Controlling di gestione

Asseverazione fiscale,
Finanza, Consulenza

Asseverazione fiscale,
Consulenza