Laddove ci siano le caratteristiche, l’impresa farà fatture in reverse charge e l’IVA seguirà l’ordinaria strada delle liquidazioni IVA. L’attenzione deve ricadere sul fatto che devono ritenersi escluse dal reverse charge le forniture di beni con posa in opera marginale rispetto al bene, (ad esempio il solo posizionamento del bene) in quanto tali operazioni, ai fini IVA, costituiscono cessioni di beni e non prestazioni di servizi.

Il reverse charge è un metodo di versamento dell’IVA e prescinde dall’utilizzo dell’ECOBONUS. Il reverse charge (c.d. “inversione contabile”) è un particolare metodo di applicazione dell’IVA che consente di effettuare l’inversione contabile della suddetta imposta direttamente sul destinatario della cessione del bene o della prestazione di servizio, anziché sul cedente. L’effetto fondamentale del reverse charge è, dunque, lo spostamento del carico tributario IVA dal venditore all’acquirente, con conseguente pagamento dell’imposta da parte di quest’ultimo: l’onere IVA si sposta.

Se il committente è partita IVA e l’immobile è immobile merce (magazzini) o strumentale (utilizzati per esercizio d’impresa) è possibile applicare il reverse charge. In questo caso il 65% dell’ECOBONUS si calcola sul solo imponibile. Di conseguenza lo sconto in fattura deve riguardare il 65% del solo imponibile.

Tuttavia, se la spesa non è detraibile poiché l’intervento non è svolto su un immobile merce o strumentale (nel caso di un professionista con partita IVA che esegue dei lavori sulla propria abitazione) non è applicabile il reverse charge, quindi il 65% dell’Ecobonus si calcola sul totale della fattura, Ivata al 22%.

Condividi:

I SERVIZI DEI NOSTRI PARTNER:

Leader nella climatizzazione

Produttore di pannelli solari
tedeschi alta efficienza

 

Produttore di moduli e inverter
per efficienza energetica

Distribuzione specializzata fotovoltaico

Verifica documentale,
Verifica di cantiere

Asseverazione fiscale,
Controlling di gestione

Asseverazione fiscale,
Finanza, Consulenza

Asseverazione fiscale,
Consulenza